Posted by travadmin On maggio - 30 - 2013

Tramonto sulla laguna di Venezia

Si fa sempre più impellente la necessità di applicare modelli di turismo che siano eco-sostenibili e responsabili, non solo nei confronti dell’ambiente naturale che si visita, ma anche verso le persone che abitano quei luoghi, la loro cultura e le loro tradizioni.

Abbiamo voluto chiamare questo modo di visitare: “Turismo Cortese”. Il nome stesso vuol essere quindi un invito ad essere cortesi e gentili nei confronti di chi ci ospita, rispettandone le differenze, le fragilità e le eventuali difficoltà.

Il turismo cortese vuol essere anche un modo di partecipare in modo diretto alla vita quotidiana del posto che si visita, perché è l’unico modo per comprenderne a fondo i significati e i valori.

Tutto questo acquista ancor maggiore importanza quando si parla di una città come Venezia.

Venezia rischia di diventare una sorta di grande parco divertimenti, una Veniceland, consumata e calpestata da milioni di turisti (20 milioni ogni anno) che la attraversano passando sempre negli stessi posti, facendo sempre le stesse cose, e senza capirne neanche lontanamente il senso.

Al contrario noi vogliamo proporre un turismo consapevole, esperienziale, “cortese” appunto, anche in questa città, perché Venezia non è solo Piazza San Marco e le gondoline di vetro cinese.

Scuola di voga veneta

Ecco quindi che proponiamo a chi vuole avvicinarsi ad una delle più antiche tradizioni veneziane, una lezione di voga alla veneta. Si fa quindi l’esperienza di remare su una barca tradizionale, così come hanno fatto i veneziani per secoli, attraversando rii e canali e godendo della meraviglia della vista di Venezia dall’acqua.

 

Oppure si può andare a visitare la laguna su una barca a motore elettrico (quindi totalmente silenziosa e non inquinante), scoprendo angoli di natura normalmente irraggiungibili dal turismo di massa.

O ancora, si può frequentare un corso di cucina veneziana. Si va a fare la spesa al mercato di Rialto, si preparano i piatti delle antiche ricette guidati da una mamma veneziana e si mangia il cucinato in una casa privata, vivendo quindi una mezza giornata come un vero abitante di Venezia, e parlando di cosa significhi davvero vivere in questa città così particolare.

Tutte queste proposte (e molte altre) sono organizzate dalla Associazione Venti di Cultura in collaborazione con L’altra Venezia.

Per maggiori informazioni scrivere a: info@laltravenezia.it

Barca motore elettrico dettaglio

Categories: Europa

Leave a Reply